SHARE
Freeonline 2016

Come promesso alcuni giorni addietro, il nuovo sito di Freeonline.it è online!

20 anni di vita del sito, cinque versioni ufficiali (fase embrionale esclusa). Dal 1996, la gioia più grande nell’era dei social network è quella di essere ancora qui con la voglia di rinnovare.

Questa volta con rinnovare non intendiamo con nuovi servizi, non ne troverete (per il momento) sul sito, ma con nuovo spirito e nuove linee guida. Snellire e aumentare la qualità dei contenuti, questo è il nuovo obiettivo del Freeonline 5.0.

Non sono non troverete nuovi servizi, ma proprio inseguendo l’obiettivo di snellire, abbiamo eliminato aree oramai obsolete tra cui le principali sono l’area dedicata ai programmatori italiani di software gratuito (servizio chiuso ma con la morte ne cuore), la WebTV perchè non dava garanzie di funzionamento (era un servizio esterno), il MyFreeonline anacronistico e non più sviluppato da anni, ed altri minori.

Punteremo invece ancora di più sui Giochi (ne trovate già oltre 600 di gratuiti), sul core business nativo ovvero la Web Directory delle risorse gratuite (che ricordiamo essere basata su nostre recensioni e non su inserimento automatico dei siti da parte dei proprietari), su articoli selezionati ed approfondimenti tematici. Resteremo quindi quello che siamo sempre stati: una Human Web Directory ed un portale generalista con occhio rivolto ad Web ed alle risorse gratuite online.

Il sito è responsive, fruibile correttamente anche dai device mobili, resta sviluppato su piattaforma open source Zope.

Visita il nuovo Freeonline: www.freeonline.org o .it, è lo stesso 😉

2 COMMENTI

  1. Preferivo l’impaginazione precedente, ora è uguale a tutti gli altri e per nulla distintivo o riconoscibile. Vi siete massificati.
    Bleah!

  2. Grazie f_depa per il tuo feedback.
    Ci spiace che non ti piaccia. Il vecchio layout aveva pero’ un grosso problema che non potevamo più ignorare: non era responsive (non si adattava ai dispositivi mobile).

    Riguardo al “massificati”, tu la vedi come una cosa negativa, ma in realtà non è, non del tutto. Capisco che la creatività e la fantasia sparisce, ma un sito “riconoscibile” migliora la user experience, soprattutto di chi non ha tanta familiarità sul Web e per chi non ha la pazienza di capire i modi fantasiosi del webmaster di turno di organizzare le informazioni.

    Poi rispettiamo il tuo parere. Il mio è solo per spiegare le scelte.

    ciao

LASCIA IL TUO PARERE